logo



Patto di corresponsabilità

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’
a.s. 2019/20

IL RUOLO DELLA SCUOLA
La scuola promuove la crescita culturale e l’educazione sociale, civile e morale degli studenti. La condivisione e il rispetto di regole che disciplinano la vita nella scuola sono fondamentali per realizzare tali obiettivi; si rende dunque indispensabile instaurare un rapporto di collaborazione con gli studenti e con le loro famiglie.

LA COLLABORAZIONE CON STUDENTI E FAMIGLIE
La condivisione delle regole del vivere e del convivere può avvenire solo con una efficace e fattiva collaborazione tra Istituzione scolastica, docenti, studenti e famiglie. La scuola, pertanto, perseguirà costantemente l’obiettivo di costruire un’alleanza educativa con i genitori. Non si tratta di rapporti da stringere solo in momenti critici, ma di relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e che si supportino vicendevolmente nelle comuni finalità.

Visto l’art.3 del D.P.R. n.235/07,
preso atto che:

  • la Scuola è comunità organizzata in cui si realizza il “successo formativo”;
  • la formazione e l’educazione sono processi complessi e continui che richiedono;
  • la cooperazione dello studente, della scuola, della famiglia e dell’intera comunità scolastica;
  • tutte le componenti operanti nella scuola, ciascuna nel rispetto del proprio ruolo e secondo le proprie competenze sottoscrivono il seguente patto educativo di corresponsabilità quale impegno congiunto Scuola-Famiglia;
  • il patto si ispira ai principi generali sui quali è fondato il Regolamento d’Istituto. Esso è finalizzato a definire, in maniera dettagliata e condivisa, diritti e doveri nel rapporto tra Istituzione scolastica, studenti e famiglie.

LA SCUOLA SI IMPEGNA A:

  • Creare un clima sereno e corretto, favorendo sia lo sviluppo delle conoscenze, delle abilità e delle competenze sia la formazione di persone eticamente responsabili.
  • Sostenere le diverse abilità e le situazioni di disagio;
  • Combattere ogni forma di pregiudizio e di emarginazione;
  • Realizzare i curriculi disciplinari nazionali e le scelte progettuali, metodologiche e pedagogiche elaborate nel P.T.O.F. , tutelando il diritto ad apprendere;
  • Sollecitare e favorire la partecipazione degli alunni alla vita della scuola, per dare a ciascuno di loro la possibilità di esprimere e realizzare i propri interessi e le proprie attitudini, in vista dell’ulteriore proseguimento degli studi e dell’inserimento nel mondo del lavoro
  • Motivare agli studenti e alle famiglie, negli incontri periodici programmati, la valutazione relativa al processo formativo e qualsiasi difficoltà riscontrata nel rapporto con l’alunno (carenza d’impegno, violazione delle regole, etc.)
  • Procedere alle attività di verifica e di valutazione, come stabilito nel P.T.O.F.
  • Comunicare con le famiglie, in merito alle assenze e ai ritardi, al comportamento, ai risultati delle verifiche, alle difficoltà e ai progressi nelle discipline di studio.
  • Avvisare un giorno prima in caso di uscite anticipate e/o entrate posticipate della classe con comunicazione sul registro elettronico; in caso di assenza imprevista dei docenti e impossibilità di copertura, avvisare il giorno stesso con comunicazione tramite SMS ai numeri di cellulare indicati dalle famiglie.

I DOCENTI SI IMPEGNANO A:

  • Individuare i bisogni formativi degli alunni attraverso test d’ingresso;
  • Rilevare le carenze e individuare gli obiettivi da conseguire;
  • Programmare in coerenza con i bisogni formativi e con gli obiettivi stabiliti dal P.T.O.F. ;
  • Creare situazioni favorevoli all’ apprendimento;
  • Rendere ogni momento della valutazione motivato e trasparente, attraverso griglie oggettive allegate al PTOF;
  • Parlare, secondo tempi concordati, con gli alunni e con i genitori dei problemi che si presentano;
  • Mantenere riservate informazioni personali degli alunni;
  • Predisporre interventi di aiuto, consulenza, assistenza e supporto per lo studio individuale;
  • Valorizzare le intelligenze, l’impegno e il merito.

GLI ALUNNI SI IMPEGNANO A:

  • Comportarsi secondo le regole della convivenza civile e del decoro;
  • Rispettare e valorizzare la propria e l’altrui persona, indipendentemente dalle diverse condizioni di sesso, di nazionalità, di religione, di cultura;
  • Frequentare regolarmente le lezioni, provvisti di libri e del materiale necessario all’attività didattica;
  • Rispettare l’orario di inizio delle attività scolastiche;
  • Evitare richieste di uscita dalla classe non necessarie;
  • Evitare di sostare nei corridoi senza giustificato motivo, specialmente durante il cambio delle ore di lezione in attesa degli insegnanti, per non disturbare i compagni di altre classi che stanno lavorando;
  • Evitare di rientrare in classe con ritardo dopo i due intervalli, e comunque non dopo il docente; si ricorda che sono previsti due intervalli di dieci minuti alla fine della seconda e quarta ora di lezione;
  • Evitare di lasciare l’aula sporca e in disordine al termine delle lezioni;
  • Evitare un abbigliamento poco consono alla scuola e scarsamente decoroso;
  • Evitare l’uso di un linguaggio scurrile e volgare sia in aula che nei momenti d’intervallo; rispettare gli operatori della scuola e i collaboratori scolastici incaricati della vigilanza nei corridoi o in sostituzione momentanea del docente assente;
  • Osservare le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dai regolamenti vigenti.
  • Utilizzare correttamente le strutture, i macchinari e i sussidi didattici e comportarsi nella vita scolastica in modo da non arrecare danni al patrimonio della scuola. Qualora si ravvisino guasti o danni, è necessario dare immediato avviso della circostanza al personale addetto. Se nelle aule dovessero verificarsi danni a strutture o attrezzature e non sia possibile risalire a responsabilità individuali risponderà dei danni collettivamente la classe che per ultima ha occupato l’aula.
  • Condividere la responsabilità di rendere accogliente l’ambiente scolastico e averne cura come fattore di qualità della vita della scuola.
  • Sottoporsi alle verifiche didattiche e ad informarsi , con sollecitudine, in caso di assenza, sul lavoro svolto in classe;
  • Partecipare attivamente al dialogo didattico-educativo;
  • Collaborare in modo costruttivo con i compagni così da favorire la realizzazione del gruppo-classe;
  • Ascoltare attentamente la lettura delle circolari e consegnare puntualmente ai genitori le comunicazioni della scuola.

LE FAMIGLIE SI IMPEGNANO A:

  • Partecipare in forma attiva e responsabile alla vita della scuola secondo le modalità previste da leggi e regolamenti;
  • Interessarsi alla vita scolastica del proprio figlio e collaborare con l’insegnante per la sua educazione e istruzione;
  • Controllare regolarmente il libretto personale, vigilare sulle assenze e i ritardi, limitare le uscite anticipate, nella consapevolezza che la frequenza regolare è un elemento fondamentale per il successo formativo;
  • Giustificare sempre le assenze; per le assenze di cinque o più giorni continuativi, per motivi di salute, è obbligatorio allegare alla giustificazione un certificato medico, in casi diversi è obbligatorio accompagnare a scuola il proprio figlio.
  • Vigilare sul rispetto dell’orario d’ingresso a scuola dei figli, consapevole che sono computate come ore di assenza: a) le entrate in ritardo dopo 10 minuti dall’inizio della prima ora di lezione; b) le uscite in anticipo; c) l’astensione dalle lezioni in maniera singola o in massa (astensioni collettive degli studenti); d) la non frequenza in caso di non partecipazione ad attività previste nel curricolo didattico (visite guidate, orientamento alle attività sportive, cineforum ecc..)
  • Rispondere direttamente del danno dell’operato del proprio figlio quando violi i doveri sanciti dal Regolamento d’Istituto e dallo Statuto degli Studenti;
  • Intervenire con responsabilità anche rispetto ad eventuali danni provocati dal figlio a carico di persone, arredi e materiale didattico, con il recupero ed il risarcimento economico del danno.

Padula, novembre 2019

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
DOTT.SSA LILIANA FERZOLA

GLI STUDENTI

I GENITORI

 

Allegati

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA1920
PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA a.s. 2019/2020 (27 clicks)
Dimensione: 233 KB